Il rifugio Alpe Sponda

Immagini
Carta d'identità
Proprietà 
SAT Chiasso
Altitudine 
1997 m.s.m.
Posti letto 
46
Apertura 
da metà maggio a metà ottobre
Coordinate 
703.570/141.580
CNS 1:50'000
foglio 266
CNS 1:25'000
foglio 1272
Tel. 
091 864 23 52
Riservazioni
Gianmario Livio
6837 Bruzella
Tel. 076 811 47 10
Tariffe capanna
Tariffe 2016 in formato PDF

Informazioni generali

Il rifugio Alpe Sponda è situato su di un ampio e soleggiato terrazzo in valle di Chironico a 1997 m.s.m di altitudine.
Inizialmente fu costruito nel 1948 e ampliato nel 1959, ma nel 1975 una valanga lo distrusse completamente; fu quindi subito riprogettato e ricostruito, grazie all'aiuto volontario di numerosi soci.
Di nuovo ampliato e ristrutturato nel 2012 con l’edificazione di un nuovo refettorio panoramico, nuovi e confortevoli servizi igienici, ammodernamento dell’impianto elettrico e idraulico.

Il rifugio dispone di tutte le infrastrutture necessarie per garantire un piacevole soggiorno:
  • 2 ampi refettori.
  • 4 dormitori con un totale di 46 posti letto. Piumoni, uso sacco di seta obbligatorio.
  • Su riservazione possibilità di avere servizio mezza pensione.
  • Stufa a legna e cucina a gas disponibile.
  • Doccia con gettoni.
  • Aperta da maggio a ottobre. Per gruppi numerosi la prenotazione è obbligatoria.
  • Acqua corrente ed energia elettrica, quest'ultima garantita da una turbina ad acqua autonoma, nel pieno rispetto dell'ambiente.
  • Periodo invernale con apertura parziale, 14 posti, acqua corrente ed energia elettrica da fonte solare, disponibile.

Come arrivare in capanna

Da Chironico in 3 ore ¼.
Giungendo in automobile a Chironico si consiglia di proseguire oltre l'abitato, lungo la strada che, costeggiando il fiume Ticinetto, entra in valle.
Lasciata l'auto ai piedi della cascata in fondo alla valle si imbocca il sentiero e, seguendo i cartelli indicatori, si inizia la salita.
Dopo alcuni tornanti il sentiero si trasforma in un'antica mulattiera che, aggrappata alla parete rocciosa, guadagna rapidamente quota e permette di raggiungere in circa un'ora e mezza l'abitato di Cala.
In questo bel nucleo situato a 1469 metri di altitudine si trova la piccola chiesetta di San Bernardo (oratorio) risalente al 1500. Fu visitata nel 1602 da Federico Borromeo. Gli affreschi che si trovano all'interno sono stati eseguiti nella prima metà del 1500.
Lasciando Cala si imbocca un comodo sentiero che si inoltra nell’alta valle di Chironico per poi superare il dislivello necessario a raggiungere l’alpe di Sponda. Il rifugio si trova al di sopra dell’alpe a quota 1997 m.s.m.

Itinerari e ascensioni dalla capanna

  • Pizzo Forno, 2907 m
  • Poncione del laghetto, 2769 m
  • Pizzo Penca, 3038 m
  • Pizzo Barone, 2864 m e laghetto barone
  • Laghetto di Piatto, 1763 m
  • Cima Bianca, 2612 m
  • Pizzo di Soveltra, 2857 m
  • Pizzo di Piancoi, 2769 m
  • Pizzo della Bedeia, 2666 m

Traversate (durante il periodo estivo)

  • A Gribbio passando per i monti di Doro, Olina e Ces in ca. 4 ore.
  • Alla Capanna Campo Tencia (CAS) per il passo del Ghiacciarone 2716 m in ca. 3 ore e 30.
  • Alla Capanna Campo Tencia (CAS) salendo per il Pizzo Penca e il Pizzo Campo Tencia 3072 m in ca. 5 ore, itinerario alpinistico.
  • Alla Valle di Prato per il passo Soveltra in ca. 6 ore, itinerario alpinistico.
  • A Sonogno attraverso il Passo Barone oppure dal Pizzo Barone con sosta al rifugio Barone (SEV) in Val Vogorness in ca. 6 ore.
  • Alla Capanna Cognora (SEV) attraverso il Passo del Piatto in ca. 5 ore.